ARBOREA – 21/10/2013

LE PRENOTAZIONI PER QUESTO EVENTO NON SONO ANCORA APERTE PERTANTO RICHIESTE DI PRENOTAZIONI PERVENUTE PRIMA DELL’APERTURA UFFICIALE NON VERRANNO ACCETTATE.

LEGGI QUI TUTTE LE INFO & I DETTAGLI SULLE MODALITA’ DI PRENOTAZIONE POSTI IN SALA PER ASSISTERE A QUESTO LIVE.

I coniugi Shanti & Buck Curran, dal Maine, formano il progetto ARBOREA nell’estate del 2005. Fin da subito il duo si impegna in una intensa attività live e in studio. In solo 5 anni vengono infatti realizzati 4 dischi (“Wayfaring Summer” – 2006, “Arborea” – 2008, “House Of Stick”s – 2009, “Red Planet” – 2011), episodi di una discografia completa ed emozionante nella quale confluiscono tutti gli elementi musicali cari ai Curran (sonorità acustiche, folk, blues, world music, psichedelia…), che di queste release curano tutto nei minimi particolari: composizione, arrangiamenti, produzione.

L’album che su tutti cattura di più l’attenzione della stampa specializzata è “Red Planet” del 2011. Il Rolling Stone lo incorona ‘Best Under-the-Radar Albums of 2011’, e altre illustri onorificenze piovono dal web: ‘Top Vinyl Pick’ per Mojo, tra I ‘Top 100 Albums of 2011’ per Uncut Magazine’s, ‘Editors Top Pick’ per Guitar Player Magazine.
Ricca anche l’attività live degli ARBOREA. Dal 2007 ad oggi la coppia è continuamente in tour raccogliendo anche numerose esibizioni in Europa (storica la loro prima apparizione nel vecchio continente al Green Man Festival, Galles, nell’agosto del 2007).

Recentemente Bob Boilen della NPR ha descritto in questo modo la musica degli ARBOREA: Ho scoperto gli ARBOREA in mezzo ad un mare di 1.300 canzoni che stavo ascoltando durante la mia preparazione per il South by Southwest. La loro musica si è distinta fin da subito per la calma, per la bellezza, per la grande capacità che ha il duo di parlare eloquentemente di momenti preziosi della vita, del mare e di tutte le meraviglie che ci circondano. Ho sentito il duo esibirsi al St. David Bethel Hall di Austin durante il South by Southwest di quest’anno. Quella splendida chiesa era il posto migliore che si possa immaginare per sentire questa musica, a meno che voi non abbiate la possibilità di visitare la capanna della coppia tra le montagne occidentali del Maine. E ‘sempre speciale ascoltare gli artisti all’interno degli spazi che realmente gli appartengono. I coniugi Curran non sono solo superbi musicisti e Shanti non è solo una grande cantante, gli ARBOREA sono artisti in perfetta sintonia con il loro ambiente.

Il quinto e per ora ultimo album in studio degli ARBOREA è l’ottimo “Fortress Of The Sun” uscito durante la scorsa estate. Si tratta di un altro emozionante capitolo ipnotico dalla grande forza evocativa, in parole povere quanto di meglio possa produrre l’attuale scena pysch-folk americana.

..sempre quella psichedelia in punta di piedi, persa in un alveo avulso a concetti quali spazio e tempo, a farla da padrona nelle raminghe confessioni dei coniugi Curran, una concezione di folk che ragiona per concetti e tematiche elementari con una forza e un’efficacia davvero paradigmatiche, delle quali forse nemmeno gli esponenti per così dire “maggiori” del suono psych a stelle e strisce si sono fatti portatori. Lente ballate dai tratti antichi dischiudono quindi la propria severa, intima saggezza con passo graduale, misurato, con una gestualità che rievoca il fascino selvaggio del loro Maine - Vassilios KaragiannisOndaRock